18 ottobre 2017

 
Notizie ed appuntamenti

GIOVEDÌ 28 MARZO, GIOVEDÌ SANTO, H. 15,00

Messa "In Coena Domini" durante la quale parteciperemo all'istituzione dell'Eucaristia, del Sacerdozio e del comandamento dell'amore. Durante questa S. Messa i bambini maschi di classe 4^ sono invitati a fare da "Apostoli", ai quali il Sacerdote, rinnovando il gesto di Gesù, laverà i piedi.

La S. Messa terminerà con l'inizio dell'adorazione di Gesù Eucaristia, adorazione che durerà tutta la notte rimanendo per questo la chiesa aperta. Vi invitiamo a iscrivervi in un orario - che troverete appeso all'entrata della Scuola/Convento - in modo da riuscire a coprire ogni ora e a non lasciare mai solo Gesù nella notte tra il Giovedì e il Venerdì Santo.



VENERDÌ 29 MARZO, VENERDÌ SANTO, H. 15,00

Non viene celebrata alcuna S. Messa, ma ci sarà l'Adorazione della Santa Croce e la preghiera universale della Chiesa per ogni uomo.



SABATO 30 MARZO, SOLENNE VEGLIA PASQUALE, H. 18,30

La solenne celebrazione, ricca di segni e grazie spirituali, inizierà in giardino (tempo permettendo), con la benedizione del "Fuoco nuovo", l'accensione del cero pasquale simbolo di Cristo luce del mondo, la processione verso la chiesa accendendo via via i nostri "ceri della Fede", l'ascolto dei passaggi principali della storia del popolo di Dio nell'Antico Testamento, l'esplosione di luce durante l'annuncio pasquale della Risurrezione di Cristo, la rinnovazione delle nostre promesse battesimali e finalmente la celebrazione dell'Eucaristia e la Comunione pasquale, incontro reale e concretissimo con il Cristo risorto, risposta piena al nostro cuore!



La Domenica di Pasqua , DOMENICA 31 MARZO

la S. Messa sarà celebrata da noi alle h.8.00



MARTEDI' 19 FEBBRAIO 2013 ALLE H. 21:00
Incontro con DON SALVATORE VITIELLO sulla Fede

Carissimi Genitori ed Amici,
siete tutti invitati all'incontro, presso il nostro Istituto, tenuto da DON SALVATORE VITIELLO sulla Fede, su come siamo chiamati a viverla in questo momento delicatissimo per la Chiesa tutta, su come interpretare e guardare alla realtà della Chiesa. Già molti di Voi conoscono la chiarezza dell'insegnamento di Don Salvatore, la sua disponibilità grande a rispondere e a chiarire. Pensiamo sia un'occasione importante in questo momento particolarmente.



LUNEDI' 4 FEBBRAIO alle h. 21
nel salone della nostra Scuola
interessante conferenza organizzata da Alleanza Cattolica

 MAURO RONCO

Cattolici alle urne
fondamenti per il discernimento elettorale
lunedì 4 febbraio - ore 21.00
Comunità Figlie di San Giuseppe – “Giuseppine

Salita Inferiore San Rocchino, 15 - Genova

Mauro Ronco è nato a Torino il 19 febbraio 1946. Attualmente è professore ordinario di Diritto Penale nell’Università di Padova. Nel giugno 2001 il Parlamento lo ha designato componente del Consiglio Superiore della Magistratura. E’ cessato dalla carica nel luglio 2002. Avvocato abilitato a patrocinare avanti le Corti Superiori dal 1988, svolge l’attività di avvocato penalista con studio professionale in Torino. A lui si devono numerose pubblicazioni in ambito penalistico. Dal 1968 milita in Alleanza Cattolica, di cui è responsabile piemontese ed esponente nazionale; collabora inoltre a Cristianità, sulla quale ha affrontato temi di carattere morale e giuridico, relativi alla giustizia penale.

Alleanza Cattolica (www.alleanzacattolica.org) è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Essa mira alla promozione e alla costruzione di una società "a misura di uomo e secondo il piano di Dio" (Papa Giovanni Paolo II), suo motto è: “Per la maggior gloria di Dio, anche sociale!” Alleanza Cattolica svolge dunque un’azione di apostolato culturale e civile, che si situa nell’ambito delle "opere di misericordia spirituale". Perseguendo tale finalità, Alleanza Cattolica organizza convegni, conferenze e seminari sia su temi di cultura politica naturale e cristiana, sia su fatti storici o di cronaca, letti e giudicati alla luce della perenne morale sociale. Organo ufficiale di Alleanza Cattolica è la rivista Cristianità.

Rivista trimestrale dal 1973

Per informazioni: alleanza.cattolica.genova@gmail.com



SABATO 2 FEBBRAIO

non ci sarà l'incontro per Chierichetti e Cantorine nè sarà celebrata la S. Messa prefestiva. Il 2 Febbraio, infatti, è la giornata dei Religiosi e tutte noi siamo impegnate in Cattedrale con il Cardinale. Scusate! Riprendiamo sabato prossimo, 9 Febbraio!



VENERDI' 1 FEBBRAIO, ALLE H.21

NELLA NOSTRA CHIESETTA CI RITROVIAMO PER LA RECITA DEL S. ROSARIO INSIEME: affidiamo al Cuore Immacolato di Maria le persone che ci sono più care, quelle che si trovano in un momento di particolare bisogno, quelle che ci hanno chiesto la carità della preghiera. Pregare insieme dà una forza straordinaria: dice l'amore e la fiducia al Signore e dice l'amore più autentico che ci lega. Tutti invitati!



Visita di Sua Em.za Card. Angelo Bagnasco
presso la nostra scuola



MARTEDì 22 GENNAIO H.21,00
Incontro di formazione sulla fede
con il Reverendo Professore Don Salvatore Vitiello

« Noi abbiamo riconosciuto l'amore che Dio ha per noi e vi abbiamo creduto ».

Abbiamo creduto all'amore di Dio — così il cristiano può esprimere la scelta fondamentale della sua vita. All'inizio dell'essere cristiano non c'è una decisione etica o una grande idea, bensì l'incontro con un avvenimento, con una Persona, che dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva. (Deus caritas est - Benedetto XVI)

Carissimi Genitori ed Amici,
con gioia e convinzione Vi invitiamo ancora ad un incontro serale che ci offra l'opportunità di approfondire il tema della Fede. L'incontro si terrà MARTEDì 22 GENNAIO  ALLE H. 21, nel salone della nostra scuola e sarà guidato da DON SALVATORE VITIELLO, Sacerdote della diocesi di Torino, Professore al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum Università Europea di Roma e Professore universitario anche a Torino. Già più volte abbiamo potuto usufruire della chiarezza del suo insegnamento, della possibilità di rivolgergli domande ricevendo risposte puntuali, di aiuto concreto nella nostra personale e comunitaria ricerca di Verità, di chiarezza.
Siamo certe di offrire un valido aiuto a ciò che più di tutto è importante per qualsiasi cuore umano - che ne sia consapevole o meno - e cioè la ricerca di risposte alle domande esistenziali, una ricerca che apre a quell'incontro che, come dice il santo Padre, dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva. Per questo Vi invitiamo con forza a questo incontro!



Presepe

Visita il nostro presepe!

Dal 25 dicembre al 1 gennaio: ogni giorno dalle 15.30 alle 18.00

Dal 2 gennaio: previo appuntamento telefonico

Virtù della fede



Pellegrinaggio a Roma: 19 – 21 aprile 2013

Nell'Anno della Fede, il Pellegrinaggio che Vi proponiamo non poteva essere che a ROMA, CUORE DELLA CATTOLICITA'!
Vi offriamo due giornate intense vissute in comunione e condivisione, fra le visite alle tombe degli Apostoli Pietro e Paolo e ai principali luoghi della Cristianità, visite approfondite da "Catechesi con l'Arte".

PARTENZA: Venerdì 19 aprile 2013 nel primo pomeriggio. Viaggio in pullman
Pernottamento in case d'ospitalità nelle vicinanze del Vaticano.
Sabato e Domenica "in cammino per Roma"
RIENTRO : per la serata di Domenica 21.

Il costo è di € 200 per adulto; i ragazzi pagheranno meno a seconda dell'età, ma per potervi comunicare la spesa definitiva, abbiamo bisogno di conoscere il numero preciso dei partecipanti e la loro età. Il prezzo comprende il pernottamento B&B, i viaggi in pullman, il pranzo e la cena del sabato e il pranzo della domenica (che organizziamo in qualche locale della città). Non comprende invece le due cene che dovremo consumare in autogrill.

ISCRIZIONI PRESSO SR. ELISABETTA (o nei giorni di segreteria, o facendole pervenire una busta), VERSANDO UN ACCONTO DI € 100 A PERSONA ENTRO IL 12 NOVEMBRE 2012.

Pellegrinaggio a Roma


Martedì 27 novembre h. 21,00

Martedì 27 novembre h. 21,00, P. Angelo Bellon, domenicano, ci aiuterà a considerare la virtù della fede.
Si tratta di un'occasione davvero unica: partecipiamo e portiamo anche altri!

Virtù della fede



Appuntamenti di fine ottobre e inizio novembre 2012

Carissimi Genitori ed Amici,
qualche avviso circa i prossimi giorni di Festa:

  • MARTEDI' 30 OTTOBRE ALLE H.21, NEL NOSTRO SALONE, CONFERENZA PER L'ANNO DELLA FEDE TENUTA DA DON SALVATORE VITIELLO.
  • MERCOLEDì  31  OTTOBRE ALLE H.18,30 nella nostra chiesetta sarà celebrata la S. Messa prefestiva della Solennità di Tutti i Santi
  • VENERDÌ 2 NOVEMBRE, giorno della commemorazione di tutti i fedeli defunti, la scuola sarà chiusa. Alle H. 21 S. ROSARIO PER TUTTI I NOSTRI CARI DEFUNTI: è preghiera preziosa!
  • SABATO  3  NOVEMBRE non ci sarà l'incontro per chierichetti e cantorine, ma ci sarà la S. Messa prefestiva della Domenica alle h.18,30
  • Vi ricordiamo che nei giorni del "ponte dei Santi", nella nostra zona e precisamente nella chiesa di S. Nicola (Corso Firenze), c'è la statua della Madonna della Guardia in peregrinatio: a Lei ancora una volta affidiamoci!

Editoriale di Marina Corradi circa la ricorrenza del 2 Novembre
I BAMBINI LO SENTONO: NESSUN SONNO DURA PER SEMPRE

Oggi si pensa che ai più piccoli si debba nascondere la morte, che sia meglio risparmiare loro le visite al cimitero. Ma i nostri figli possiedono un'infantile, splendente inclinazione a dire no, non è possibile che chi si è amato sia nel nulla.

Se torno con il pensiero al giorno dei morti di quando ero bambina, mi rivedo, a otto anni, davanti alla tomba di mia sorella, morta giovanissima; e rivivo l'attonito stupore davanti a quel loculo, nella penombra dei corridoi dei colombari, nel cimitero di un paese delle Dolomiti. Ciò che mi sbalordiva era che mia sorella, quella con cui giocavo e litigavo, quella che mi leggeva le fiabe e mi insegnava a scrivere, fosse lì dentro, dietro a quella lastra di marmo. Ricordo anche di avere una volta toccato con la mano la lapide; era gelida, e l'avevo ritratta con sgomento. In casa non eravamo granché credenti, e meno ancora praticanti. Non avevo ereditato, dai miei, niente di più di una vaga speranza di un aldilà; di cui essi stessi, mi pareva di vedere nelle loro facce segnate e trasformate dal dolore, dubitavano.

Eppure ricordo bene come in quell'angolo di cimitero mi salisse dentro una silenziosa ribellione: non può essere che tu davvero ora sia semplicemente qui, dentro a una tomba. Non ci credo, non è possibile che tu, che mi amavi, sia ora solo povere ossa, soltanto una cosa. (E per anni ho continuato a sognare che mia sorella non era morta davvero, ma solo confinata in una sorta di sanatorio, una specie di castello in montagna, inaccessibile; in cui pure era viva, e non ci aveva dimenticato).

In questi giorni molti portano i figli con sé nei cimiteri, nel giorno dei morti. Forse non tutti, giacché oggi si pensa che ai bambini si debba nascondere la morte. Qualcuno magari si chiede che cosa dire a un bambino, davanti alla inesorabilità delle tombe, di quelle due date sulle lapidi che mostrano crudelmente la nostra finitezza. Beati quelli che sono così colmi di una luminosa certezza, da poterla contagiare ai figli; senza nemmeno bisogno di parole, perché la loro fede è prima ancora nel respiro, nello sguardo. E gli altri, quelli che desiderano avere fede e non ne hanno abbastanza, noi, faticosamente in cammino fra contraddizioni e tiepidezza? Già la morte è sfida cocente per noi; ma, che cosa diciamo ai bambini?

Il ricordo di me davanti a una tomba, e quella muta ma forte rivolta all'idea che di mia sorella non ci fosse più niente, mi fanno pensare che, quanto al paradiso, i bambini possano saperne più di noi. Che "naturaliter" siano inclini a non credere che ciò che era vivo diventi un nulla; che ciò che amavano possa ridursi a cenere. Questa ipotesi, apparentemente la più realista, contraddice violentemente una domanda originaria che abbiamo dentro; e che i bambini, più vicini di noi a quell'origine, hanno chiara, non offuscata, addosso.
E quindi anche chi spera eppure dubita, chi cerca senza ancora aver trovato, forse potrebbe, portando con sé un figlio al cimitero nei giorni dei morti, ascoltare l'antico bambino che ha ancora nel fondo di sé, e lasciare che con suo figlio parli quel bambino. Bisognerebbe dare voce a quella infantile splendente inclinazione che dice no, non è possibile, che chi ha vissuto e amato sia nel nulla.

Diventata grande, un giorno ho portato con me al cimitero il mio primo figlio, che non aveva ancora tre anni. Me ne andavo per i viali del Monumentale di Milano con lui per mano e a capo chino, soggiogata dalla inesorabilità delle tombe, di quella infinita catena di nomi con accanto due date, e una croce. Come svagatamente Pietro mi domandò chi erano, quei signori nelle foto sulle lapidi. "Sono persone che sono morte, e ora dormono", gli risposi, con un confuso imbarazzo.

Lui non disse niente. Continuammo a camminare per i viali, i nostri passi scricchiolanti, nel silenzio, sulla ghiaia. Pietro guardava le facce di uomini e donne vissuti cento anni prima. Poi dal basso la sua voce infantile: "Dormono? E quando si svegliano?" Come se fosse del tutto ovvio a lui, nei suoi tre anni, che nessun sonno è per sempre. Pensiamo sempre di essere noi, a dover insegnare ai bambini. Ma è possibile che a volte abbiano loro qualcosa da insegnare a noi. Quando sono piccoli, e, ancora, portano addosso una impronta che negli adulti il tempo e la vita cercano di cancellare. Una memoria e una speranza tranquilla, come del tutto naturale. "Dormono? E quando si svegliano?" Ricordo che abbracciai Pietro, quel giorno; e che lui sembrava non capire il perché di quella mia improvvisa contentezza. Ero, semplicemente, grata: che un figlio fosse venuto, a ricordarmi com'ero.

Un breve pensiero nostro che, con amicizia, vi consegniamo: Halloween sì, Halloween no? Halloween che ha radici antiche, Halloween che è ultima invenzione per sfruttare economicamente la nostra superficialità? Beh, certamente vi sarete accorti che noi, nello svolgimento della didattica, di Halloween non trattiamo. Il motivo è chiarissimo: poichè è una "festa" che viene fatta coincidere praticamente con la ricorrenza della Solennità di Tutti i Santi e il ricordo di tutti i fedeli defunti, è evidente che parliamo di quest'ultime ricorrenze e cerchiamo di fare in modo che Halloween non distragga troppo dalla grande e bella verità che le feste cristiane ci portano. Per lo più, per i nostri bambini, Halloween è un carnevale anticipato, dove hai la possibilità di divertirti con "dolce o scherzetto?" e di mangiare qualcosa di buono. Nulla di male, certo, in questo. Ma il pericolo è più sottile, più subdolo: è spostare l'attenzione, è non permettere di far arrivare ai bambini e a noi le risposte cristiane alle domande più importanti, quelle sulla morte e sulla vita. E risolvere tutto con uno scherzetto macabro, mentre per il cristiano non c'è nulla, assolutamente nulla di macabro nel mistero della morte, ma luce, senso, amore, pur nell'esperienza del dolore.

Il discorso di chi sostiene che comunque Halloween ha radici lontane, in un'antica tradizione celtica e che semmai è stato il Cristianesimo ad appropriarsi di tale festa, ci interessa in fondo molto poco. Nel senso che non è una novità: il Cristianesimo, essendo l'esperienza di Cristo - che è il nostro Dio incarnato, che si fa nostro compagno di viaggio - sposa tutto l'uomo, con tutte le sue manifestazioni, accogliendo, purificando ed elevando tutto ciò che di autentico l'uomo ha sperimentato nelle varie sue esperienze. Basta conoscere un minimo di storia per sapere questo: di come fin dall'inizio il Cristianesimo si sia sposato con la cultura greca, quella romana e poi via via con tutto ciò che di autenticamente umano ha incontrato. Illuminando tutto con questo annuncio: Cristo è il senso di tutto, è la Via, la Verità e la Vita e in Lui tutto trova compimento. In Lui la nostra vita è eterna. Un' eternità che vivremo in pienezza in Paradiso, nella magnifica compagnia di Tutti i Santi, ma che già ora ci è dato di pregustare in una vita di autentica carità. Cristo è il Salvatore nostro e il nostro giusto Giudice. Questo è l'annuncio, al quale non vogliamo rinunciare in questi giorni, per asservirci a ciò che ci viene imposto dal mercato.

Un'ultima considerazione, per amore di verità: adesso per i vostri bimbi Halloween è uno scherzo, una innocente festa; ma Halloween è anche un mondo di "feste di adulti" veramente tristi, cattive, volgari...informatevi su ciò! Se ora togliamo ai nostri figli il senso cristiano della Festa di Tutti i Santi a loro rimarrà solo Halloween, e tra pochi anni non frequenteranno più le feste per bambini, ma quelle per adulti. Il rischio è alto, e a noi - detto davvero in amicizia e speriamo anche con umiltà e semplicità - sembra sciocco correrlo. Dovremmo essere molto uniti come Famiglie e come Scuola, per fare autentica Comunità, per portare anche una nostra risposta al tessuto sociale nel quale viviamo, invece di soggiacere sempre passivamente.
La luce che viene dal Vangelo e dalla Fede celebrata e vissuta doni a tutti noi la gioia di vivere alla grande l'esperienza della nostra esistenza...che è eterna, è già eterna!


MARTEDì 30 OTTOBRE H. 21,00,
nel salone della nostra Scuola,
CONFERENZA DI APPROFONDIMENTO DELLA FEDE.

MARTEDÌ 30 OTTOBRE H. 21,00, nel salone della nostra Scuola, Don Salvatore Vitiello, che molti di voi hanno già potuto apprezzare per la sua preparazione e chiarezza, terrà una CONFERENZA DI APPROFONDIMENTO DELLA FEDE. Don Salvatore sarà con noi una volta al mese, affrontando ogni volta un articolo del Credo. E' veramente occasione preziosa da non perdere. Recentemente il S. Padre così si è rivolto a ciascuno di noi: "Non possiamo accettare che il sale diventi insipido e la luce sia tenuta nascosta. Anche l'uomo di oggi può sentire di nuovo il bisogno di recarsi come la samaritana al pozzo per ascoltare Gesù, che invita a credere in Lui e ad attingere alla sua sorgente, zampillante di acqua viva. Dobbiamo ritrovare il gusto di nutrirci della Parola di Dio, trasmessa dalla Chiesa in modo fedele, e del Pane della vita..."


VENERDÌ 26 OTTOBRE H. 18,15
presso l'Oratorio di San Filippo in Via Lomellini:
Prolusione inaugurale dei SERMONES

VENERDÌ  26  OTTOBRE  H. 18,15, all'Oratorio di San Filippo in Via Lomellini, ci sarà la Prolusione inaugurale dei "SERMONES" che quest'anno ci porteranno a conoscere le storie di Fede e di Santità a Genova. La Prolusione sarà tenuta da S.E.Rev.ma Mons. Luigi Palletti, Vescovo eletto di La Spezia


S. Pasqua 2012

Carissimi Genitori ed Amici,
con questa breve lettera desideriamo farvi giungere i nostri auguri per la S. Pasqua, e sono auguri che nascono non da consuetudini o "tradizioni", ma letteralmente dirompono dalla consapevolezza gioiosa, dall'esperienza personale che facciamo della Pasqua di Cristo! Cioè vi annunciamo, con la novità che sempre la vita cristiana comporta, che davvero il Signore è risorto, ha vinto la morte, ha vinto il vuoto, ha vinto il non senso, ha vinto la tristezza, ha vinto la sofferenza svuotandola dell'amarezza e riempiendola d'amore, ha vinto il peccato che opprime il cuore dell'uomo, privandolo della pace e della tranquillità. E Cristo Signore, come nostro fratello maggiore, come Uomo nuovo primogenito di tutti noi, come nostro Dio e Salvatore ci dona la Sua vittoria, ci associa ad essa e la nostra vita ritrova la sua pienezza, la sua pace, il suo significato. Il modo concreto per essere raggiunti dai misteri che si celebrano nella Settimana Santa è la partecipazione ai Sacramenti, al Sacramento della Confessione e al Sacramento della Comunione: il Cristo è presente, è Lui che dona il Suo perdono a noi, è Lui che consegna tutto Se Stesso a noi. Dobbiamo essere presenti anche noi e accoglierLo... Sapete, con il nostro Istituto scolastico desideriamo tanto collaborare con voi alla crescita umana ed intellettuale dei vostri bambini; desideriamo sinceramente una Scuola dove la collaborazione con la Famiglia sia concreta e una Scuola che crei un clima di amicizia tra le famiglie stesse. Ma senza il Signore sarebbe difficile raggiungere tutto ciò, e se anche avessimo ottenuto questi risultati, ma non vi avessimo annunciato  che Cristo è la Via, la Verità e la Vita non staremmo in pace perchè vi avremmo privato del Bene maggiore di cui disponiamo!

Santa Pasqua 2012

Per entrare con voi nella Settimana Santa e insieme andare incontro al Signore (che poi cerca ognuno di noi, personalmente...), ecco gli appuntamenti ai quali vi invitiamo:

GIOVEDÌ SANTO  5 APRILE   H. 15,00 S. MESSA "NELLA CENA DEL SIGNORE", CON IL RITO DELLA LAVANDA DEI PIEDI.
Dopo la celebrazione, Gesù Eucaristico verrà riposto nell'altare chiamato "Sepolcro" e inizierà l'ADORAZIONE A GESÙ CHE È VERAMENTE PRESENTE NELL'EUCARISTIA E CHE RIPRESENTA LA SUA SOLITUDINE NELL'ORTO DEGLI ULIVI, LA SUA AGONIA, IL TRADIMENTO E IL RIFIUTO... E CHIEDE AI SUOI DI SAPER VEGLIARE ALMENO UN'ORA CON LUI: PER QUESTO TERREMO LA CHIESA APERTA PER L'ADORAZIONE CHE INIZIERA' DA DOPO LA CELEBRAZIONE DEL GIOVEDI' SANTO E DURERA' FINO ALLE H. 15 DEL VENERDI' SANTO, NOTTE COMPRESA. NOI SUORE CI ALTERNEREMO NELL'ADORAZIONE E NELLA COMPAGNIA A GESU', MA LA CHIESA SARA' APERTA PER TUTTI COLORO CHE VORRANNO PRENDERE PARTE ALL'ADORAZIONE. CI SARA' UN FOGLIO  APPESO NELL'ATRIO DELLA SCUOLA E ANCHE IN CHIESA PER POTERSI SEGNARE PER L'ADORAZIONE: CIO' CI GARANTIREBBE DI NON LASCIARE MAI GESU' SOLO. CI PROVIAMO COME COMUNITA' DI DISCEPOLI DI CRISTO?

VENERDI' SANTO - 6 APRILE  H. 15,00
ADORAZIONE DELLA SANTA CROCE

SABATO  SANTO - 7  APRILE
VEGLIA  PASQUALE - H.18,30
inizia in giardino con la benedizione del fuoco nuovo e la processione con il cero pasquale. Prosegue in chiesa con  le letture bibliche che ripercorrono la Storia Sacra, con l'annuncio di Pasqua e la Celebrazione della Messa della Resurrezione del Signore.

DOMENICA DI PASQUA  - 8  APRILE
S. MESSA ALLE  H. 8,30.

L'augurio più sincero, accompagnato dalla preghiera, è che tutti possiamo incontrare il Cristo personalmente, farne intima e reale esperienza, sentirci chiamare per nome da Lui mentre ci dice "La pace sia con voi!".
Auguri, di cuore, a tutti.
Le vostre Suore.


Grigliata BIS in San Giuseppe: domenica I aprile 2012, Giornata delle Famiglie

San Giuseppe


Solennità del nostro grande Patrono S. Giuseppe
e Santa Messa Solenne

Nel giorno della Solennità del nostro grande Patrono S. Giuseppe la Comunità delle Figlie di S. Giuseppe invita alla Santa Messa Solenne. Lunedì 19 marzo 2012, ore 17.30.

San Giuseppe


Padre Mauro De Gioia:
"Storia della Chiesa scritta nella vita dei santi!"

Carissimi Genitori ed Amici, Vi invitiamo ad una breve serie di incontri guidati quest’anno da Padre Mauro De Gioia.

Clicca qui per leggere la presentazione degli incontri.


Solennità di Tutti i Santi
e celebrazione per la Professione Perpetua di Suor Annunziata

Carissimi Genitori e amici,
come tuti sappiamo, il prossimo fine settimana sarà l'inizio di un magnifico "ponte" che ci riporterà a scuola giovedì 3 novembre! È questo già è un piccolo motivo di gioia, augurando a tutti voi che possano essere giorni di riposo.

Solennità di Tutti i SantiMa la gioia si fa vera e grande considerando la Festa per la quale fermiamo le normali attività: la Solennità di Tutti i Santi! Dalla celebrazione di questa Festa, se entriamo in essa, ne viene una luce capace di illuminare non solo il nostro futuro eterno, ma anche il nostro presente, fin nelle angolature più nascoste del nostro quotidiano. La Solennità di Tutti i Santi ci dice qual è il senso del nostro vivere, qual è la meta: il Paradiso; ci dice che tutto quello che viviamo ora, noi già lo viviamo essendo rannodati al Cielo, perché ogni nostro atto, ogni decisione, ogni sentimento è un filo d'oro che tesse il ricamo della nostra eterna felicità. La Santità non è privilegio di qualcuno un po' "strano", "paranormale", dotato di qualche dono straordinario. La Santità è sguardo aperto sulla realtà, sguardo umile, cioè sincero, su se stesso, rettitudine d'intenzione, gratitudine a Dio per la vita e per la Sua presenza reale e personale tra noi, nostalgia di infinito, bisogno di appagare il cuore concedendogli via via sempre di più di farsi dono per gli altri. Celebriamo la Festa di Tutti i Santi accostandoci nella S. Messa a Cristo, nostro Dio e nostro Fratello maggiore in questa avventura meravigliosa della vita.

Vi invitiamo anche ad un'altra grande gioia che sta vivendo la nostra Comunità: Sabato 5 novembre, alle ore 9.30, nella nostra Chiesetta, S.Em.za Rev.ma il Card. Mauro Piacenza presiederà la celebrazione per la Professione Perpetua di sr.Annunziata, che con i Voti di Povertà, Castità e Obbedienza si legherà per sempre a Cristo rispondendo così il suo Sì al disegno particolare di Dio su di lei.

Siete tutti invitati!

Suor Annunziata Avviso


L'entrata in Postulandato


CAMPO ESTIVO "Il Signore ha messo un seme"
Sansicario 2011


La Solennità di S. Giuseppe - Video


Una grigliata in San Giuseppe?

Domenica 12 dicembre 2010: giornata delle famiglie


Appuntamenti di marzo 2011

Domenica 12 dicembre 2010: giornata delle famiglie


Lunedì 14 marzo 2011: Educare alla libertà

Domenica 12 dicembre 2010: giornata delle famiglie


Sabato 19 marzo 2011

Domenica 12 dicembre 2010: giornata delle famiglie


Lunedì 17 gennaio 2011: Educare alla ... ragionevolezza

Domenica 12 dicembre 2010: giornata delle famiglie


Domenica 12 dicembre 2010: giornata delle famiglie

Clicca qui o sull'immagine per aprire la pagina
Domenica 12 dicembre 2010: giornata delle famiglie


A Roma per il Concistoro: 19-20-21 novembre 2010

20 novembre 2010

21 novembre 2010

Concelebrazione:

Angelus

 


 

Lunedì 18 ottobre, ore 21,00
Conferenza: "L'educazione... cos'è?"

Presso il salone dell'Istituto
Conferenza per i genitori, per i maestri, e per tutti gli educatori che hanno "a cuore" la felicità dei ragazzi!

COnferenza sull'educazione
Clicca qui per scaricare l'invito in formato PDF

 


Sabato 11 settembre, Ore 9,30 Santa Messa Solenne
nel V centenario dalla morte di Santa Caterina da Genova - nostra “ispiratrice”!

Clicca sull'immagine per leggere l'invito in formato PDF

Ella aveva intuito

 

INCONTRO DELLE FAMIGLIE: DOMENICA 5 APRILE 2009

DOmenica delle famiglieNon potete mancare al consueto, piacevole incontro delle Famiglie: Domenica 5 aprile 2009.

Ore 10,30 - Santa Messa con benedizione delle Palme nella chiesa parrocchiale dell’Immacolata.

Ore 12,00 – Pranzo nel giardino e/o locali della nostra scuola. Anche quest’anno i nostro volenterosi papà-cuochi ci prepareranno, per chi vuole, un buon pranzetto:

  • Menù Fusilli al sugo di porri e salsiccia
  • Arrosto di cinghiale e daino patate al forno

Cuoco sopraffinoChi intende partecipare a questo pranzo può prenotarsi, acquistando uno speciale buono-pasto (adulti € 8,00 – bambini € 5,00) presso la Portineria del Convento entro lunedì 30 marzo.

Ore 13,30 - Torneo di Ping-Pong (iscriversi all’ingresso della scuola) - Tiro alla fune “per famiglie” (papà, mamma e figli …. zii, nonni, cugini….)

Ore 15,30 - per i genitori: Conferenza di Padre Mauro De Gioia; per i bambini: attività ludico/formative

Ore 16,30 - Tutti a casa!

Clicca qui per scaricare la locandina.


CAMPO ESTIVO 2009... SI PARTE...

Zaino in spallaLa nostra meta è “alta”: andremo a Sagnalonga di Cesana Torinese dal 27 giugno al 4 luglio 2009 (rientro con la famiglia).

Le iscrizioni (fino a esaurimento posti e comunque non oltre il 20 aprile) avvengono esclusivamente presso la portineria del Convento
con il versamento dell’acconto di € 120,00 e la consegna della scheda allegata debitamente compilata.
Il saldo (€ 150, 00)- entro il 30 maggio!

Zaino in spallaCi aspetta un settimana da duri!

Clicca qui per scaricare la scheda.


MERCOLEDI' 11 FEBBRAIO H. 21
CONFERENZA SULLA FIGURA STORICA DI GESU'

Mercoledi' 11 febbraio alle h. 21, nel salone del nostro Istituto, Don Stefano Olivastri terra' una conferenza sulla figura storica di Gesù: siete tutti invitati a partecipare!


Sabato delle famiglie
19 dicembre 2009
  • Ore 13.00 – PRANZO
    I nostri bravissimi Papà-Cuochi propongono:
    Polenta con i salamini e lo spezzatino di daino,
    Castagnaccio …e un ottimo vino
    (chi dovesse ancora prenotarsi si rivolga al più presto alle Suore presso la portineria del Convento)
  • Ore 14.00 – nelle aule della scuola - GIOCHI /LAVORETTI PER GRANDI E PICCINI
    ma…se nevica…preparateVi alla grande battaglia con le palle di neve!
  • Ore 15.30 – L’Arch. Ricciuti presenterà un progetto di …come ampliare i nostri spazi!
  • Ore 16.00 – Don Guido Gallese parlerà ai genitori del Santo Natale!
    Mentre AI BAMBINI/RAGAZZI PROPONIAMO UN BEL FILM
    NATALIZIO: “Moose – un alce in famiglia!”
  • Ore 17.30 – SANTA MESSA PREFESTIVA
    nella nostra Chiesetta – con la partecipazione
    delle nostre cantorine , dei chierichetti…e di tutti i genitori!

Giornata delle famiglie, sabato 19 dicembre 2009
Clicca qui per scaricare l'avviso
in formato PDF

 


 

Il prezioso e antico presepe dell'Istituto Figlie di San Giuseppe

Questo presepe viene realizzato con figure di notevole livello qualitativo che risalgono al XVIII e XIX secolo, alcune delle quali provengono dalla bottega di Antonio Maragliano, il più prestigioso esponente della scultura lignea genovese tra il XVII e il XVIII secolo... (continua)

Video presepe

Clicca qui per vedere il video

 


 

Schema della conferenza
"A proposito del Concilio Vaticano II
"

Clicca qui per scaricare lo schema in formato PDF.

 


TERZA CATECHESI:
“LA VOCAZIONE CONIUGALE ”

Oggi dobbiamo riflettere su una dimensione profonda della vita coniugale. Prima però di cominciare dobbiamo fare un piccolo sforzo di memoria nel ricordare ciò che abbiamo detto nelle catechesi precedenti.

Il centro dell'insegnamento cristiano sul matrimonio è che "il matrimonio è un sacramento". Che cosa significa? significa che l'uomo e la donna che si sposano, sono resi capaci di amarsi come Gesù stesso ha amato, donandosi sulla Croce. Nel loro amore è presente l'amore stesso di Cristo che dona Se stesso. È questa presenza la forza intima degli sposi, che li tiene uniti nonostante tutto, che li fa capaci di superare le difficoltà della vita coniugale, che dà al coniuge ingiustamente abbandonato la forza di rimanere sempre fedele a chi l'ha tradito. Dunque, teniamo ben presente nella nostra mente questo insegnamento della Chiesa, perché la nostra catechesi oggi si basa tutta su di essa.

Clicca qui per consultare la pagina degli articoli di approfondimenti.


ATTIVITA' DEGLI “ISSIMI!”

MadonnaSiamo arrivati al 4° incontro!
Ci vedremo, anche con i ragazzi di Don Andrea Villafiorita, Domenica 8 febbraio 2009.
Clicca qui per scaricare il PDF dell'incontro.


Associazione
  “LA FAMIGLIA DI SAN GIUSEPPE”

E’ nata l’Associazione “LA FAMIGLIA DI SAN GIUSEPPE”
Presso l’Istituto Figlie di San Giuseppe si è costituita in data 10 aprile 2008 l’Associazione “La Famiglia di San Giuseppe”.

La neonata Associazione, con il suo Statuto visionabile in questo stesso sito, si prefigge gli scopi di potenziare le sinergie fra la Scuola, gli Insegnanti e le Suore da un lato e le Famiglie degli alunni e degli ex-alunni dall’altro; di valorizzare il carisma e le capacità educative e didattiche delle Suore nell’ambito della vita parrocchiale e del quartiere; di creare gruppi di preghiera e sostegno spirituale per gli adulti e gruppi di aggregazione per i ragazzi ormai ex-alunni che frequentano altrove le scuole medie e le scuole superiori, anche con finalità ludico-ricreative, ma sempre con lo scopo primario di educare e di sostenere eticamente e moralmente i ragazzi, secondo il progetto caro alla Scuola.

Clicca qui per consultare la pagina
dell'Associazione 'FAMIGLIA DI SAN GIUSEPPE'

Clicca qui per scaricare lo Statuto dell'Associazione

 


Mercoledì 10 dicembre 2008
Conferenza di Don Gallese

Clicca qui o sull'immagine per scaricare il PDF

Attività delle Figlie di San Giuseppe


Domenica delle Famiglie
14 dicembre 2008

Clicca qui o sull'immagine per scaricare il PDF

Attività delle Figlie di San Giuseppe


Concerto di Natale

Clicca qui o sull'immagine per scaricare il PDF

Attività delle Figlie di San Giuseppe


Attività degli “ISSIMI!”

Consulta la pagina dedicata agli "ISSIMI!" o scarica i due documenti relativi agli incontri:

Attività delle Figlie di San Giuseppe


Attività di “CHIERICHETTI” e “CANTORINE”

Con il primo SABATO DI OTTOBRE riprenderanno le attività di “CHIERICHETTI” e “CANTORINE” per tutti coloro che desiderano passare con noi il sabato pomeriggio partecipando poi alla Santa Messa Prefestiva delle h. 18,30.

Chirichetti


OGNI SECONDO SABATO DEL MESE...

OGNI SECONDO SABATO DEL MESE P MAURO SARA’ DISPONIBILE PER LE S.CONFESSIONI, dalle h.18,00 nella nostra chiesetta. Potrebbe essere un ottimo impegno quello di riconsiderare l’importanza di accostarsi regolarmente al Sacramento della Confessione, per fare un cammino di verità e di libertà interiori… obiettivi questi capaci di ridonare alla nostra vita personale, familiare e sociale vigore, nuova freschezza, nuovo senso. Approfittate delle presenza del Sacerdote nella nostra chiesetta … è una opportunità grande!

 

Indietro TOP Indietro

Mappa del sito | Credits

Comunità Figlie di San Giuseppe
Salita Inferiore San Rocchino 15 - 16122 - Genova - Tel. 010/8393034 - Fax 010/8393799 - email
Partita Iva: 01263730101 - Codice Fiscale: 80045510106